lunedì, Settembre 26, 2022
HomeEconomiaRinnovo cessione del quinto prima di quattro anni: ecco quand'è possibile

Rinnovo cessione del quinto prima di quattro anni: ecco quand’è possibile

La cessione del quinto è un prestito personale che sempre più spesso viene usato e richiestonda chi ha bisogno di liquidità per poter portare a compimento un progetto. Il vantaggio di questo tipo di prestito è quello di avere una rata fissa per tutto il periodo del piano di ammortamento, un tasso di interesse piuttosto vantaggioso è una costanza della rata che non può superare il 20% dello stipendio netto mensile.

Può capitare che si abbia la necessità di un rinnovo cessione del quinto prima dei quattro anni perché magari si ha bisogno di maggiore liquidità. In questo articolo vedremo come e se è possibile avviare una rinegoziazione cessione del quinto.

Che cos’è il rinnovo cessione Quinto

È possibile rinegoziare cessione del quinto? La risposta è sì può esserci un rifinanziamento cessione del quinto. Esso consiste semplicemente nel far ripartire il prestito prima della scadenza e prolungarlo per altri anni.

Tuttavia, per poter avviare un rinnovo delega di pagamento del quinto, è necessario che il prestito personale precedentemente stipulato venga estinto usando una parte del nuovo prestito erogato. Più rate del vecchio prestito sono state estinte, più la cifra che si potrà richiedere per il rinnovo cessione del quinto dello stipendio sarà alta.

Per poter effettuare un nuovo calcolo rinnovo cessione del quinto è essenziale far fronte ad alcune specifiche caratteristiche. Per prima cosa c’è da dire che non sarà assolutamente possibile chiedere un nuovo prestito laddove quello precedente non sia stato rimborsato di almeno del 40% dell’importo. Pertanto, visto che, in quattro anni sono rimborsabili 48 rate, possiamo affermare che linea di massima il rinnovo della cessione del quinto non potrà essere fatto prima di tale numero di rate.

Esiste però un’alternativa, messa a disposizione dei richiedenti ma solo ed esclusivamente in determinati casi.

Rinnovare la cessione del quinto prima di quattro anni

C’è una deroga alla norma che vuole che il rinnovo non possa avvenire prima di aver rimborsato almeno il 40% dell’importo, come previsto dalla legge 180 all’articolo 39, è dipende tutto dalla tipologia di prestito che si è richiesto.

Per poterlo fare si può richiedere quello che viene generalmente definito il prestito delega. Anche in questo caso la richiesta può essere effettuata siete dipendenti della pubblica amministrazione che da quelli privati, sia dai pensionati. Funzione Esattamente come la cessione del Quinto, Ma la cifra che viene trattenuta alla fine del mese per il rimborso della rata, non sarà più di un quinto dello stipendio, ma può arrivare a sfiorare anche il 50% dello stesso. Questa nuova versione della cessione del quinto si definisce “secondo Quinto“. Il prestito delega può essere richiesto con piani di ammortamento personalizzati che possono arrivare anche fino a 10 anni.

Per poter rinegoziare la cessione del quinto è necessario pagare le spese di istruttoria e, inoltre, anche una penale che serve a compensare l’ammanco ha avuto per il fatto di aver rimborsato il prestito prima che esso arrivasse a scadenza. Pertanto, prima di pensare di usufruire del secondo quinto, è bene informarsi su quelli che saranno le penali da dover pagare e l’ammontare delle spese di istruttoria per poterlo ricalcolare.

RELATED ARTICLES
- Advertisment -

Most Popular

Recent Comments