Home Mercato Prestito senza contratto a tempo indeterminato, è possibile? Tutte le opzioni

Prestito senza contratto a tempo indeterminato, è possibile? Tutte le opzioni

0
227
prestito senza contratto indeterminato

Sono molti i disoccupati, liberi professionisti o lavoratori a tempo determinato che hanno bisogno di richiedere un prestito senza contratto indeterminato per affrontare spese personali o per avviare un’attività.

Ragion per cui, esistono tipi di prestiti senza busta paga e prestiti veloci senza garante che forniscono liquidità a richiedenti che potrebbero essere considerati da alcune finanziarie come cattivi pagatori.

Vediamo com’è possibile richiedere finanziamenti senza busta paga o un prestito senza garante e quali sono i requisiti da compiere per ottenerli.

Un prestito personale senza busta paga è possibile?

Attivare un prestito senza busta paga e senza garante è possibile se si hanno determinati requisiti. Ci sono infatti diverse possibilità offerte a coloro che non hanno un lavoro a tempo indeterminato o che sono liberi professionisti o disoccupati.

Esistono però degli ostacoli che devono essere aggirati. Ovviamente è chiaro che accedere ad un prestito senza reddito è più complicato che accedere ad un qualsiasi prestito personale avendo una busta paga come garanzia oppure un vero e proprio garante.

Il prestito senza garanzie è stato introdotto negli ultimi anni per evitare che una buona fetta di persone restasse esclusa completamente dalla possibilità di chiedere e ricevere un prestito.

È aumentata, quindi, la flessibilità di alcuni istituti di credito e banche che concedono piccoli prestiti personali senza busta paga e senza garante.

Un requisito che viene sempre richiesto è dimostrare la solidità reddituale di chi richiede l’accesso ad un prestito di qualsiasi tipo. Bisogna dimostrare, attraverso la dichiarazione dei redditi precedente di aver lavorato stabilmente almeno per i due anni precedenti anche se a tempo determinato.

La banca richiede anche di dimostrare, nei casi in cui sia possibile, la presenza di una fonte di reddito esterna. Ad esempio un’entrata fissa di altra natura: un canone di affitto mensile da riscuotere, un assegno di mantenimento oppure un’eredità possono essere dichiarati per avere accesso ad un prestito.

Di fatti questo è l’unico modo per avere accesso ad un prestito senza busta paga e senza garanzie.

Ma ci sono anche altri modi per ottenere un finanziamento senza busta paga.

Piccoli prestiti senza busta paga: il prestito senza contratto indeterminato

Una delle soluzioni più utilizzate sono i prestiti personali senza busta paga. Si può accedere a questi finanziamenti personali richiedendo delle cifre contenute ed adattando il piano di rimborso alle proprie esigenze economiche e personali. In questo modo si potrà stabilire un rimborso in rate, con tassi di interesse stabiliti tra i contraenti senza però dover dimostrare la busta paga.

Un’altra soluzione accessibile è il mutuo per acquistare e ristrutturare casa oppure per consolidare debiti. In questo caso, questi tipi di prestiti senza garanzie, possono essere utilizzati esclusivamente per l’uso al quale sono destinati dal contratto. Non è possibile cambiarne destinazione.

Infine, esistono i prestiti veloci senza busta paga o prestiti on line senza busta paga. Anche in questi casi non viene richiesta la busta paga.  Si rende necessaria la presenza di un garante che si impegna ad assumersi il debito del richiedente qualora lui non dovesse essere in grado di adempiere.