giovedì, Maggio 19, 2022
HomeMercatoPrestito per microcredito, cos'è, come funziona

Prestito per microcredito, cos’è, come funziona

Nel caso in cui un’impresa si dovesse trovare nella situazione di non poter accedere a determinati prestiti è possibile accedere al microcredito. Si tratta di un tipo di prestito con importi ridotti concessi a piccole imprese e lavoratori autonomi. Sono finanziamenti con tassi agevolati regolamentati dall’ente nazionale per il microcredito.

Vediamo a quali tipi di imprese sono rivolti questi finanziamenti e quali sono i requisiti per poterli richiedere.

Prestito per microcredito cos’è?

L’ente nazionale per il microcredito Italia sostiene l’imprenditoria di piccole e medie imprese, detta anche microimprenditoria e sostiene anche il lavoro autonomo. Inoltre, lo Stato ha previsto prestiti di questo genere anche per:

  • associazioni e società che vogliono avviare un’attività
  • le persone fisiche che il sistema definisce non bancabili

Si tratta di persone che non hanno garanzie sufficienti per poter accedere a finanziamenti da parte del sistema bancario italiano.

Per capire bene cos’è il fondo microcredito bisogna distinguerlo dai prestiti bancari classici. La prima differenza è che il microcredito viene concesso con tassi di interesse molto bassi e che tutti i richiedenti sono tutelati dal Fondo di garanzia per il microcredito imprese.

È un fondo che garantisce di accedere a finanziamenti anche a chi può essere un rischio per l’istituto bancario che lo eroga.

Le caratteristiche del microcredito pmi sono ben definite dall’ente che le regola. È possibile richiedere un finanziamento fino a 10 mila euro da parte di chi vive in condizioni sociali ed economiche di esclusione e povertà.

Chi, invece, ha come obiettivo quello di avviare un’attività può accedere ad un tetto massimo di 25 mila euro. Se l’azienda ha avuto accesso ad un prestito frazionato e nei primi 6 mesi ha rimborsato regolarmente tutte le rate previste il prestito viene esteso fino a 35 mila euro.

La durata massima prevista è di 7 anni e sono previsti anche dei controlli obbligatori affinché venga verificato che la cifra ricevuta sia stata realmente impiegata per realizzare le attività contenute nel progetto per la richiesta del prestito.

Come funziona la richiesta di questo finanziamento 5 stelle

I microcrediti prendono il nome di finanziamenti 5 stelle perché proposti dal movimento cinque stelle alcuni anni fa.

Il funzionamento per la richiesta di questo microprestito prevede che venga progettato e presentato dai richiedenti un business plan. Bisogna quindi avere un progetto da sottoporre a banche ed istituti di credito ai quali si richiede il finanziamento.

L’ente che si occupa della concessione del fondo di garanzia deve individuare nel progetto eventuali criticità, problemi legali o fiscali, informare su eventuali innovazioni tecnologiche ed amministrative ed aiutare il richiedente a definire delle strategie di marketing.

Nel caso di alcune aziende questo prestito può anche essere impiegato per la retribuzione di personale e formazione dei dipendenti per evitare situazioni di difficoltà economica dell’impresa.

Quindi, per poter accedere a un prestito per microcredito non basta rispondere ad alcuni requisiti richiesti. Bisogna che l’impresa o il lavoratore autonomo siano coinvolti in un progetto per la nascita di nuove attività sul territorio. Obiettivo fondamentale alla base di questo fondo di garanzia è proprio lo sviluppo di nuove imprese in tutta Italia.

RELATED ARTICLES

Most Popular

Recent Comments