martedì, Maggio 24, 2022
HomeEconomiaPrestito per attività commerciale, ecco i requisiti per ottenerlo, 2022

Prestito per attività commerciale, ecco i requisiti per ottenerlo, 2022

Aprire una propria attività commerciale è il sogno di tantissime persone che per realizzarlo farebbero di tutto. In Italia soprattutto, nonostante la digitalizzazione stia diventando uno dei presupposti per entrare nel mondo del lavoro e l’esplosione dell’e-commerce, non è mai mancata la voglia di aprire una propria attività commerciale. Infatti, nel nostro Paese la figura del commerciante continua ad avere un grande successo e per questo molti si chiedono quali siano i requisiti per ricevere prestiti per attività commerciali e cosa sia un prestito per azienda.

Prestito per attività commerciale cos’è

Anzitutto occorre inquadrare il significato della parola prestito, uno dei termini più importanti quando di parla di economia e di credito alle imprese. Si potrebbe definire come una somma in denaro che il richiedente usufruisce per acquistare un terreno, assumere più personale, aprire un mutuo, rilevare attività, ristrutturare un immobile o, appunto, aprire una nuova attività ottenendo finanziamenti. Esso è deciso in accordo con un soggetto economico, che può essere identificato in un’istituto bancario, il quale offre garanzie per il mutuo commerciale con lo scopo di riavere la cifra prestata.

Requisiti per ottenere prestiti per aprire attività

Per ottenere un prestito per attività commerciali, banche o istituti creditizi di vario tipo cercano di erogare finanziamenti che non siano troppo elevati. Questo perchè una banca vuole una garanzia che un commerciante alle prime armi non gli sa dare per motivi di inesperienza (non a caso aprire attività commerciale senza soldi è una degli obiettivi di migliaia di giovani) . Il capitale erogato sarà inoltre proporzionale alla consistenza del progetto individuale. Più grande e complessa sarà l’idea del progetto e più saranno elevate le cifre che poi il commerciante dovrà restituire a rate.

Per quanto riguarda il tasso di interesse dei prestiti alle imprese per questi prestiti occorre dire che variano a seconda che siano variabili o fissi. Come ha valutato in un recente rapporto l’ABI (Associazione bancaria italiana), i tassi di interesse sulle operazioni di finanziamento alle imprese rimangono al 2,6 %, quindi piuttosto bassi se paragonati agli anni 2020 o 2021.

 

Altre tipologie di prestito per attività commerciale

Altri prestiti per attività commerciale sono:

  • prestiti per attività commerciale d’onore: questi tipi di prestiti per nuove attività sono dedicati ai giovani laureati al momento disoccupati. Può essere definito come un incentivo per avviare una propria attività utile al benessere della collettività. Le banche, data la condizione di disoccupazione del soggetto, offrono una cifra in parte a fondo perduto, mentre la restante parte sarà con tassi d’interesse agevolati.
  • finanziamenti per aziende di natura bancaria : questo tipo di finanziamenti per aprire attività è ideato per i giovani under 35 che intendano arricchire la propria vita lavorativa aprendo una propria attività, come ad esempio una startup. Questa è indubbiamente una delle piste più agevoli percorse da migliaia di giovani: infatti le banche offrono finanziamenti molto spesso a tasso zero.
  • finanziamenti per attività erogati dallo stato: è una delle opzioni più in voga in località dove la mancanza di lavoro la fa da padrone (in Italia ad esempio il Mezzogiorno). In questo contesto è lo stato che si occupa di incentivare i giovani ad avviare una propria attività commerciale. Spesso i finanziamenti per aprire un’ attività per giovani provengono da fondi concessi dalla Comunità europea.

RELATED ARTICLES

Most Popular

Recent Comments