giovedì, Maggio 19, 2022
HomeOpinioniPrestito con ipoteca su auto, come funziona? E' possibile?

Prestito con ipoteca su auto, come funziona? E’ possibile?

Il prestito con ipoteca su auto esiste e si può richiedere rispondendo ad alcuni requisiti richiesti dall’ente concedente. Vediamo però nel dettaglio come funziona questo tipo di finanziamento che prevede un’ipoteca autovettura e se effettivamente può essere conveniente per il cliente.

Prestiti con ipoteca auto, come funzionano?

Un’auto, così come un casa, si può acquistare, vendere oppure ipotecare. La possibilità di ipotecare l’automobile non è una soluzione troppo conosciuta ma è comunque lecita. L’unico problema potrebbe essere la convenienza di questa opzione.

Ipoteca l’auto serve a garantire al creditore la restituzione del prestito che ha concesso al proprietario del veicolo. In assenza di altre garanzie comuni e personali è possibile infatti che venga richiesta l’ipoteca del veicolo per richiedere un prestito. In questo modo viene data come garanzia al creditore la propria vettura per poter ricevere il prestito.

Si tratta di un prestito del tutto legittimo e possibile poiché la legge italiana prevede anche l’ipoteca su autovettura che è un bene mobile oltre che l’ipoteca sulla casa, bene immobile.

Questa tipologia di ipoteca su beni mobili prevede che i beni siano chiaramente di proprietà di una persona specifica. Ne viene richiesta quindi la dimostrazione tramite l’iscrizione in appositi registri. Le automobili soddisfano pienamente questo criterio stabilito dalla legge perché è sufficiente esibire il certificato di proprietà che tutti i possessori di auto hanno. Inoltre, è richiesta oltre al certificato di proprietà anche la carta di circolazione.

L’ipoteca sulla macchina si può costituire solo previa iscrizione nel registro del PRA che dev’essere effettuata tramite un notaio. In questo modo viene creato un vincolo sulla vettura data a garanzia per ricevere un prestito senza però vincolare il proprietario all’inutilizzo della vettura. L’ipoteca può durare cinque anni rinnovabili e in questo lasso di tempo è anche possibile vendere o regalare la vettura. La conseguenza è che insieme alla vettura il proprietario trasferisce anche l’ipoteca.

Una volta ripagato il prestito con auto a garanzia è possibile cancellare l’ipoteca dal PRA in seguito alla firma del notaio.

Prestito con garanzia auto conviene o no?

La procedura di prestito garanzia auto non è particolarmente complessa come abbiamo visto. Uno dei problemi principali però è che non è conveniente né per il richiedente né per il creditore. Infatti, ci sono pochi istituti di credito e bancari che sono disposti a concedere un prestito con un’auto ipotecata.

Il principale ostacolo è il fatto che la vettura rappresenta una garanzia con poco valore. Infatti tutte le auto sono soggette a una rapida svalutazione nel corso degli anni. Inoltre, bisogna tener conto di eventuali rischi su strada che possono abbassarne il valore ulteriormente.

Di solito, infatti, il capitale stimato per le ipoteche su auto si aggira intorno al 30% del valore complessivo della vettura. Sono cifre troppo basse per rappresentare una reale garanzia per la concessione di un prestito.

Un altro svantaggio è rappresentato dai costi che devono essere sostenuti per l’iscrizione e la cancellazione dell’ipoteca al PRA. È necessaria infatti la firma di un notaio e questo aumenta di gran lunga le somme da versare per l’istruttoria.

RELATED ARTICLES

Most Popular

Recent Comments