domenica, Dicembre 4, 2022
HomeMercatoPiano di ammortamento prestito: cos'è, chi lo rilascia

Piano di ammortamento prestito: cos’è, chi lo rilascia

Quando ottiene il prestito richiesto, il debitore mette in conto il rimborso delle rate.
Lo strumento utilizzato per impostare il rimborso rateale è detto piano di ammortamento prestito.

E’ probabile che, chi è intenzionato a ricorrere al credito, sia particolarmente interessato a comprendere meglio qual è il sistema con cui si calcolano tali rate e come funziona (piano ammortamento mutuo).

Iniziamo col dire che non esiste una sola tipologia di ammortamento.
I piani di ammortamento più conosciuti sono quello tedesco, italiano, anglosassone e francese, sebbene quest’ultimo sia largamente il più diffuso.

Più avanti vedremo quali sono le caratteristiche di ciascuno.

Piano di ammortamento: cos’è

Un piano ammortamento, quindi, non è altro che il documento con cui si definisce il programma di estinzione del debito, tenendo conto della quota capitale e della quota interessi.

La prima è data dal frazionamento della somma richiesta per l’intervallo di tempo scelto, la seconda concerne la distribuzione dell’interesse suddiviso per l’ammontare delle rate.

E’ proprio il meccanismo utilizzato per definire la redistribuzione delle due quote a marcare la differenza tra i diversi metodi di calcolo prestito.

Chi lo rilascia

Sebbene nel campo degli investimenti sovente è il debitore a predisporre un piano di rientro, nel caso di mutui o prestiti personali è la banca erogatrice a redigere il documento.

Vediamo adesso quali sono le differenze tra i diversi tipi di ammortamento.

Nel piano di ammortamento tedesco, è prevista una rata fissa con calcolo degli interessi anticipato.

Il calcolo piano ammortamento del finanziamento non è dei più semplici.

Prevede una quota di interessi fissa ma in modalità decrescente mentre la quota capitale è variabile, proprio per mantenere costante l’importo della rata (calcola rata prestito).

All’inizio peserà la quota degli interessi, in ultimo la quota capitale.
Il principale vantaggio è di avere una rata fissa per tutta la durata del finanziamento poiché la quota l’interesse è anticipata.

L’ammortamento all’italiana è più semplice e prevede una quota capitale fissa, mentre la quota interessi è variabile.

Questi, infatti, verranno calcolati sul residuo che tenderà, ovviamente, a diminuire col vantaggio di avere rate decrescenti così come gli interessi.

Nell’ammortamento all’americana (o anglosassone) la quota da rimborsare è fissa ed è composta dalla sola quota degli interessi.

Contemporaneamente, infatti, si prevede un piano di investimento che forma un capitale di accumulo sulla base di un tasso diverso.

E’ detto, infatti, ammortamento a due tassi e il rendimento del secondo permette di compensare il pagamento degli interessi.

Ammortamento alla francese

Infine il più diffuso, il sistema di ammortamento alla francese.

Anche in questo il calcolo rata prestito è costante, e per fare in modo che ciò avvenga, all’inizio è preponderante la quota degli interessi, che decresce al crescere della quota capitale.

Nel piano di ammortamento francese, che viene anche definito come piano progressivo, il pagamento avviene in modo posticipato rispetto al periodo di rimborso

Infine, ricordiamo che il calcolo finanziamento può prevedere tassi fissi e tassi variabili.

Nel primo caso si avrà la sicurezza di un calcolo rata finanziamento fisso, predeterminato, mentre nel secondo il vantaggio di rate più convenienti può essere annullato dalle oscillazioni dei tassi che cambieranno anche la composizione delle rate.

RELATED ARTICLES
- Advertisment -

Most Popular

Recent Comments