domenica, Febbraio 5, 2023
HomeEconomiaMutuo seconda casa: caratteristiche e simulazioni

Mutuo seconda casa: caratteristiche e simulazioni

I mutui seconda casa sono un particolare tipo di finanziamento che può essere richiesto per l’acquisto seconda casa. Sogni da sempre di trascorrere una o più settimane al mare, in montagna o dove più lo desideri? Vuoi goderti la tranquillità di una casa di proprietà anche in villeggiatura? Tra gli strumenti disponibili per chi è alla ricerca di un secondo appartamento c’è proprio il mutuo seconda casa. Scopriamo meglio quali sono le sue caratteristiche e proviamo a scoprirne di più grazie ad alcune simulazioni.

Mutuo acquisto seconda casa: cosa sapere

Il mutuo per l’acquisto di una seconda casa si distingue da quello per la prima casa poiché non mette a disposizione del richiedente lo stesso genere di agevolazioni e vi sono quindi condizioni economiche differenti. Il finanziamento è tassato al 2% ed è legato a condizioni economiche ben più restrittive rispetto a quelle previste per l’acquisto della prima casa.

Per avere un’idea più completa non possiamo non considerare fin da subito che le banche in queste situazioni limitano il rapporto tra importo del mutuo e valore dell’immobile al 60%_70%, l’impatto della rata da pagare di mese in mese sul reddito del richiedente deve essere del 25%.

Questi finanziamento hanno ad oggetto immobili che si trovano nello stesso comune di residenza, a questi si aggiungono case vacanze acquistate a mo’ di investimento senza alcun limite per quanto riguarda la categoria catastale di riferimento. Cosa significa questo? Che è possibile anche chiedere un mutuo di questo genere per l’acquisto di case di lusso.

Tassi mutui seconda casa: come scegliere

Prima dell’operazione calcola mutuo seconda casa è bene prendere in considerazione altri aspetti che determinano la tassazione seconda casa e in particolare le tipologie previste. Sicuramente avrete sentito parlare di mutui 100 seconda casa, ma qui ci soffermiamo sulle formule a tasso fisso e a tasso variabile.

Scegliere un tasso fisso permette di usufruire di una rata costante per cui non sarà necessario ricorrere all’imposta sostitutiva mutuo seconda casa. Sarà sempre certo il tasso di interesse che non subirà modifiche durante tutto il periodo previsto per la restituzione dell’imposta mutuo seconda casa.

Scegliere un mutuo con tasso variabile, invece, offre la possibilità di usufruire delle eventuali variazioni del tasso BCE e o dell’indice Euribor che potrebbero determinare un abbassamento della rata da corrispondere di mese in mese. Questa opzione potrebbe però anche essere rischiosa in quanto possono verificarsi variazioni in base al rialzo.

Mutui seconda casa: la simulazione

Arrivati a questo punto, per avere un quadro ancora più chiaro della situazione non possiamo non provvedere ad una simulazione vera e propria. Dato per assodato che acquistare una seconda abitazione è un impegno economico notevole la scelta è sempre indirizzata verso le migliori condizioni possibili.

Indicativamente il calcolo del mutuo per la seconda casa può essere così semplificato:

  • Capitale erogato: € 90.000
  • Tasso: 0,55%
  • TAEG: 0,95%
  • Rata mensile: € 396,09
  • Durata: 20 anni
  • Spese di perizia: € 280
  • Spese per istruttoria: € 599
  • Importato totale restituito: € 98.298,33

Per avere una panoramica ancora più chiara su quale sia la formula di finanziamento più adatto a voi potete rivolgervi alla vostra banca di fiducia.

RELATED ARTICLES
- Advertisment -

Most Popular

Recent Comments