martedì, Maggio 24, 2022
HomeAttualitàModulo Secci: cos'è, a cosa serve, come si compila

Modulo Secci: cos’è, a cosa serve, come si compila

In generale il Modulo Secci è un documento che il cliente deve ricevere dalla finanziaria per avere tutte le informazioni dettagliate sul prestito che sta per richiedere. Vediamo nel dettaglio quali sono le voci che devono essere inserite all’interno di questo modulo e quali sono gli obblighi informativi delle finanziarie.

Cos’è il Modulo Secci?

Modulo Standard European Consumer Credit Information. Un modulo richiesta prestito personale che dev’essere compilato e consegnato al cliente prima della firma del prestito stesso. È necessario per informare il richiedente di tutte le caratteristiche del credito che riceverà, dei costi e degli interessi che sono calcolati sul prestito concesso.

Dal 2011 tutti coloro che concedono un prestito sono tenuti a predisporre il modello secci per la tutela del consumatore e la trasparenza degli enti. Non è solo un modulo prestito personale ma riguarda anche altri tipi di prodotti finanziari tra cui mutui, cessione del quinto e sottoscrizione di un conto corrente.

La ragione per cui è prevista la sottoscrizione di questo modulo è quella di permettere al consumatore di prendere visione di tutte le voci che compongono il prestito e confrontarle con altri preventivi in modo da prendere una decisione libera e trasparente.

La banca o la finanziaria è tenuta a presentare al cliente questo modello prima della sottoscrizione del contratto. Il cliente potrà prendere visione e coscienza del percorso che sta intraprendendo. Il modulo inoltre può essere consegnato sia in modalità cartacea che digitale. Il cliente può richiederlo in qualsiasi momento, anche dopo la sottoscrizione del contratto. Il modulo prende anche il nome di Documento informativo precontrattuale IEBCC che sta per modello secci credito al consumo in breve.

Ecco il contenuto del documento.

In primo luogo va fornita l’identità di chi finanzia e le caratteristiche dettagliate del prodotto. Poi bisogna inserire il costo del credito, i vari aspetti legali legati al contratto e eventuali informazioni aggiuntive sul prodotto e a tutela del consumatore.

Come leggere il documento

Alla luce dei dettagli che vanno inseriti all’interno del documento vediamo come dev’essere letto dal cliente.

Innanzitutto è possibile prendere visione di tutti i dati di colui che finanzia il prodotto tra cui recapiti, indirizzi e generalità. Poi bisogna consultare la sezione dedicata alle caratteristiche del prodotto. Verrà indicato infatti il tipo di contratto che si sta stipulando, l’importo complessivo del finanziamento, l’entità delle rate da restituire e la somma totale da restituire. Bisogna indicare anche se si tratta di un credito finalizzato e quali sono le garanzie che la finanziaria richiede al cliente richiedente.

La sezione successiva è quella dedicata al costo del credito. Bisogna leggere quindi le informazioni relative ai tassi di interesse, alle assicurazioni da stipulare per il credito, ai costi che sono inclusi e i costi aggiuntivi ed infine alle condizioni di mora.

Gli ultimi aspetti da leggere sono quelli legali. Sono clausole che riguardano reclami e rimborsi, rimborso anticipato, recesso contrattuale e diritto ad avere una copia del contratto.

La finanziaria è tenuta anche ad indicare eventuali informazioni aggiuntive e note finali che sono considerate utili ai fini del contratto e della trasparenza.

RELATED ARTICLES

Most Popular

Recent Comments