Presentata la prima ricerca sulla sostenibilità del settore, in collaborazione con Fondazione Symbola. E insime, un «decalogo» per la transizione «green»

Chi ben comincia, si sa, è a metà dell’opera. E l’industria italiana del legno-arredo si presenta alla sfida decisiva della transizione ambientale con numeri di tutto rispetto: il 67% delle aziende usa materiali o semilavorati realizzati con materiali riciclati e l’81% utilizza legno prodotto in modo sostenibile. A dirlo è l’indagine «Legno-arredo italiano nella transizione ecologica» realizzata in collaborazione con Fondazione Symbola e presentata nel corso dell’assemblea annuale della Federazione.

Obiettivo della ricerca è analizzare il posizionamento delle imprese su questo tema per mettere a sistema l’impegno di questi anni e guidare al meglio il processo di transizione ecologica, strumento fondamentale per il rilancio del Paese nonché elemento chiave per l’accesso alle risorse del Piano nazionale di ripresa e resilienza.

La ricerca restituisce la fotografia di una filiera che, in un’ottica di economia circolare, è già tra le più avanzate in Europa, forte di comportamenti virtuosi, non sempre – tuttavia – sistematizzati. Mappare i percorsi avviati dalle imprese, dalla catena di approvvigionamento ai processi produttivi, dalla progettazione al fine vita dei prodotti, è il primo passo per tracciare la road map del settore verso la transizione ecologica e trasformare le sfide ambientali in opportunità di crescita.

«Abbiamo voluto prima guardarci allo specchio, con un approccio molto pragmatico che ci aiuti a mettere a fuoco i nostri punti di forza e quelli su cui dobbiamo lavorare di più, ma nella piena consapevolezza che indietro non si torna – ha spiegato il presidente di FederlegnoArredo, Claudio Feltrin, che proprio della sostenibilità ha fatto uno dei punti chiave del suo mandato –. La transizione ecologica rappresenta per le aziende una svolta epocale. Non cogliere questa opportunità significherebbe autoescludersi dal mercato e il nostro ruolo come associazione è quello di accompagnare tutte le imprese, specialmente le più piccole, verso un modello pienamente sostenibile e circolare».