lunedì, Agosto 15, 2022
HomeEconomiaCessione del quinto Banco di Napoli, ecco le ultime offerte

Cessione del quinto Banco di Napoli, ecco le ultime offerte

Con la situazione sempre più drammatica a livello economico dell’Italia, molti italiani hanno necessità di avere nuova liquidità per poter far fronte ai rincari e gli aumenti che hanno colpito la Penisola in questi ultimi mesi. Ecco quindi che la cessione del quinto dello stipendio può essere una buona soluzione.

Si parla di cessioni del quinto quando viene erogato un prestito personale, la cui rata viene scalata direttamente dalla busta paga, e non può superare in ogni caso un quinto dello stipendio, appunto.

Questi tipi di prestiti vengono erogati sia da banche che da finanziarie, e per poterne usufruire bisogna essere titolari di un contratto di lavoro a tempo indeterminato nel settore privato o pubblico, o in alternativa essere un pensionato. Anche i lavoratori a tempo determinato possono farne richiesta, a patto, tuttavia, che il prestito venga estinto prima della data di scadenza del lavoro.

L’importo erogato dipende dall’importo dello stipendio, ma non può mai superare le 120 rate, con una durata, quindi, di massimo dieci anni. La documentazione da presentare è simile un po’ per tutte le società, e include il codice fiscale, un documento di identità e una o più buste paga. In alcuni casi viene anche richiesta la certificazione unica.

Sulla somma rilasciata vengono imposti due tassi, il tan e taeg, che variano da banca a banca o a seconda della finanziaria scelta. Le società finanziarie più note ad erogarli sono Findomestic e Agos, note anche per offrire carte revolving e prestiti personali.

Prestiti con cessione del quinto: come funziona quello del Banco di Napoli

Il Banco di Napoli, una delle banche più antiche al mondo, nel 2002 è stata acquisita dal gruppo Sanpaolo IMI. Con la fusione del 2006 tra quest’ultima e Banca Intesa, la banca è entrata a far parte di Intesa Sanpaolo. Come tanti altri enti bancari, anch’essa offre naturalmente la possibilità ai suoi correntisti e non solo di poter richiedere un preventivo cessione del quinto. Ciò per poi eventualmente procedere con l’erogazione del prestito.

La richiesta può essere fatta indistintamente tramite l’home banking o recandosi in filiale e parlando con un addetto dedicato. Facendo una rapida simulazione online, appare che un lavoratore con un’anzianità lavorativa di 7 anni, di 45 anni, con uno stipendio netto di 1200 Euro al mese per 14 mesi, può ottenere un prestito fino a 23.467 Euro.

La durata è calcolata in 10 anni, con una rata mensile di 280 Euro, con un tasso tan del 7,89% e un tasso taeg del 7,60%. Interessi in media, più o meno, con quello di finanziarie come Findomestic. Il prestito è erogato a persone che alla data della fine della cessione abbiano compiuto 74 anni.

La banca, come da legge, prevede inoltre due polizze assicurative, una per coprire l’eventuale morte del beneficiario, e la seconda ad integrazione del TFR. Questo qualora la persona dovesse perdere il lavoro prima della scadenza.

L’esito della domanda viene dato in tempi molto brevi, di solito entro 24 ore, anticipata via SMS e quindi con una corrispondenza via posta ordinaria. Ovviamente ad essere coinvolto è anche i datore di lavoro del richiedente o in caso di persona pensionata l’ente previdenziale.

RELATED ARTICLES
- Advertisment -

Most Popular

Recent Comments