martedì, Settembre 27, 2022
HomeOpinioni5 errori da evitare quando si richiedono prestiti personali

5 errori da evitare quando si richiedono prestiti personali

L’ottenimento dei prestiti personali può essere davvero difficile per alcune persone che non presentano una situazione economica ritenuta dagli istituti di credito stabili e sicure, oppure per chi non riesce ad esibire le garanzie richieste dalle banche come il possesso di beni immobili o una terza parte che può svolgere il ruolo di garante.

Tuttavia, in alcuni casi anche chi dispone di un reddito sicuro può commettere errori che potrebbero complicare il processo di ottenimento di un prestito personale, soprattutto per chi non è esperto e non analizza con attenzione ogni singolo comportamento o dettaglio.

In questo articolo vedremo quali sono i 5 errori comuni da evitare per ottenere dei prestiti convenienti. A tal proposito, si può dare uno sguardo alle proposte di prestiti personali BPER.

Prestiti personali: 5 errori da non commettere

Il processo che porta all’ottenimento di un prestito personale è piuttosto complesso e richiede una particolare attenzione da dedicare a numerosi dettagli e variabili che possono incidere fortemente sulla poca o grande convenienza di un prestito personale, nonché sul suo ottenimento.

Ecco quali sono i 5 errori più comuni commessi dai richiedenti, ritenuti dagli esperti altamente dannosi:

1. Richiedere un prestito per saldare altri prestiti

Un errore molto comune commesso da chi, in genere, si trova in una situazione economica molto difficile e cerca di risanare tutti i suoi debiti cercando di ottenere un altro prestito personale.

Tuttavia, difficilmente le banche concedono prestiti personali ad utenti che hanno uno o più finanziamenti attivi, per un motivo molto semplice: gli istituti di credito, per legge, non possono reperire mensilmente tutto o gran parte del reddito di un individuo.

La soluzione ideale per queste problematiche è scegliere il consolidamento debiti, un particolare prestito che permette di pagare con un’unica rata tutti i finanziamenti attivi e che non è possibile sanare.

2. Inviare più di una richiesta di prestito contemporaneamente

Inviare una richiesta del prestito personale a diverse banche e nello stesso periodo di tempo è altamente dannoso, un errore che talvolta può causare un rifiuto immediato da tutti gli istituti di credito.

Il database utilizzato dagli istituti di credito collega tutti loro, è unico e ogni istituto può consultare la situazione economica del richiedente direttamente sul database. Allo stesso modo, gli istituti possono anche visualizzare quante richieste di prestito personale sono state effettuate dal richiedente in quel periodo.

Numerose richieste potrebbero far credere che l’utente sia in una situazione economica difficile e di conseguenza il prestito non viene concesso dalle banche, così da evitare il rischio di perdere il denaro e di inserire il richiedente nella lista dei cattivi pagatori.

3. Inviare una richiesta di prestito frequentemente

Allo stesso modo, inviare una domanda di prestito frequentemente, dopo aver visto la prima domanda respinta, è comunque definito un errore. Il risultato non cambia in poche settimane e gli istituti di credito possono rifarsi al diritto di rifiuto d’ufficio

La richiesta del prestito, anche se respinta, resta nei database per circa un mese e tutti gli istituti possono visualizzare la motivazione che ha portato una banca a respingere il prestito.

Si consiglia, dunque, di attendere almeno un mese tra una richiesta ed un’altra.

 

 

 

RELATED ARTICLES
- Advertisment -

Most Popular

Recent Comments