zopaDopo la sospesione su richiesta della Banca Centrale italiana, il Ministero dell’Economia ha cancellato dall’elenco ufficiale degli intermediari finanziari Zopa Italia, la società che si occupa di prestito tra privati online e che tanto eco aveva suscitato al suo avvento in Italia.

Sul sito campeggia un messaggio di stand by:

“Stiamo lavorando per poter offrire presto, non appena ci sarà di nuovo consentito, la piena funzionalità di Zopa.it e garantiamo la gestione di tutti i flussi di pagamento da Richiedenti a Prestatori in relazione ai finanziamenti già erogati, nonché le attività di recupero credito. Non è possibile l’ingresso di nuovi Prestatori, l’aggiunta di fondi da Prestatori già attivi e l’accettazione di nuove richieste di prestito e la loro erogazione. Le richieste di prestito in valutazione sono state annullate.”

Secondo Altroconsumo, il problema principale risiedeva nel fatto che, dalle ispezioni di Bankitalia, è risultato che Zopa non faceva una semplice attività di mediazione e trasferimento fondi da persona a persona ma effettuava invece una massiccia raccolta di risparmi, visto che il denaro dei clienti transitavano su due conti correnti bancari a lei intestati: Zopa diveniva quindi proprietaria delle somme, che teneva in deposito per un tempo medio di un mese e mezzo prima di rigirarlo ai richiedenti.
Da gennaio 2008 Zopa avveva distribuito prestiti per un valore di circa 7,2 milioni di euro: ora avrà ora due mesi di tempo per decidere se modificare l’oggetto sociale, assumere altre iniziative conseguenti al provvedimento oppure liquidare la società.

Si preannunciano problemi anche per Boober.it, sito analogo dedicato ai prestiti tra persone: insomma, è un momento di transizione, in cui è bene affidarsi a società solidamente iscritte all’elenco degli intermediari, almeno finchè non si avrà una legislazione precisa in proposito.
Intanto è importante affidarsi a società consolidate ed effettuare un confronto tra prestiti, disponibile online in siti che offrono strumenti di comparazione come questo.


Nessun Commento per “Zopa bloccato: i prestiti tra persone sono finiti?”

Ancora nessun commento a questo post.

Lascia un commento