bocconiState pensando al vostro futuro accademico o a quello dei vostri figli? L’offerta in Italia è molto capillare e diversificata, anche se alcuni atenei rappresentano delle eccellenze, come l’Università Bocconi di Milano: uno degli istituti più accreditati a livello mondiale per la formazione manageriale. Se ambite ad entrare in questo prestigioso ateneo o volete offrire ai vostri figli una formazione universitaria di prim’ordine, dovete prima di tutto sapere che la conoscenza della lingua inglese è praticamente un obbligo: infatti, oltre ai corsi impartiti esclusivamente in inglese, anche nei corsi in italiano molti termini inglesi sono ormai di uso comune. Prima di affrontare l’esame d’ammissione, è necessario quindi armarsi di buona volontà e costruirsi un background di conoscenze della lingua inglese che, se non avete studiato a scuola, potete acquisirlo seguendo un corso di business english, dopo avere valutato la qualità dei percorsi, i prezzi ed anche le opinioni degli studenti, in modo da non scegliere alla cieca.
L’Università Bocconi, nonostante la crisi, è una delle poche che offre ancora prospettive occupazionali e breve termina. L’ateneo offre una vasta scelta di corsi: per quanto riguarda le lauree triennali, tre corsi comprendono esclusivamente insegnamenti impartiti in lingua italiana (economia aziendale e management, economia e finanza, economia e scienze sociali), mentre un quarto corso di laurea è interamente in lingua inglese (international economics, management and finance).
Dopo aver sostenuto gli esami del triennio si può optare per la laurea specialistica, che richiede altri due anni, oppure affacciarsi sul mercato del lavoro.
L’Università Bocconi si caratterizza per essere un ateneo fortemente meritocratico, che consente anche agli studenti più meritevoli di frequentare le lezioni grazie ad una borsa di studio per merito. L’offerta formativa è altamente qualificata e gli insegnanti sono tutti di altissimo livello, come il Professor Sandro Castaldo, docente di trade marketing oltre che direttore dell’area marketing presso la SDA (Scuola di Direzione Aziendale) ed il Professor Grando, docente di supply chain management e logistica, laureatosi prima in Bocconi e poi alla London Graduate School for Business Studies.
Molti i nomi di spicco dei Professori Emeriti, tra cui il Presidente del Consiglio, Mario Monti e Tancredi Bianchi, Presidente onorario dell’ABI e grande esperto di finanza aziendale.
Se fino ad un ventennio fa chi frequentava l’Università Bocconi lo faceva principalmente con lo scopo di diventare un guru della finanza o delle banche, ora invece si vira di più su corsi che riguardano il connubio tra management e tecnologia; tuttavia tutti gli insegnamenti impartiti sono estremamente interessanti e strettamente correlati a quanto accade in azienda.
Informatevi e troverete riscontro a queste parole e, soprattutto, non rimarrete delusi dallo scegliere un’università tra le prime al mondo per qualità della formazione e prospettive di carriera.


Nessun Commento per “L’Università Bocconi di Milano tra eccellenza e meritocrazia”

Ancora nessun commento a questo post.

Lascia un commento