ritardo pagamentiLa mancanza di liquidità è un problema sempre attuale tra le aziende italiane: è quello che conferma un’indagine di CribisD&B, società del gruppo Crif. Secondo il recente studio, solo il 39% delle imprese riesce a mantenere gli impegni di saldo puntuale delle fatture nel terzo trimestre del 2010: scendendo più nei particolari, questo significa che oltre la metà delle aziende italiane accumula ritardi dei pagamenti fino ad un mese.
Analizzando i dati regionali, è possibile notare come oltre il 40% delle imprese del centro-nord abbia pagato con puntualità i fornitori, mentre al sud la percentuale scende al 34%. Industria e commercio all’ingrosso sono i settori in cui i pagamenti sono più rallentati, mentre agricoltura e servizi finanziari denotano una situazione leggermente migliore, con il 44% di pagamenti entro la scadenza segnalata in fattura.
Abbiamo già parlato di alcune iniziative bancarie che possono aiutare le imprese in cerca di fondi per il consolidamento debiti, come quelle per le PMI della Lombardia: non mancheremo di segnalarvene altre, sia da parte di istituti bancari sia da parte delle Pubbliche Amministrazioni locali.


Nessun Commento per “Ritardi dei pagamenti in aumento tra le imprese”

Ancora nessun commento a questo post.

Lascia un commento