Le bugie hanno le gambe corte. Si potrebbe dire questo delle dichiarazioni del Ministro del Lavoro Elsa Fornero al meeting di Rimini. “Bisogna ridurre il cuneo fiscale a chi valorizza i lavoratori” aveva dichiarato con baldanza, ricevendo applausi dalla platea pochi giorni fa. Anche il ministro dello sviluppo Economico Corrado Passera si era aggregato: “Abbiamo uno dei livelli di tassazione più alti del mondo: è una zavorra che dobbiamo correggere”. Ma puntuale è arrivata la doccia fredda dell’accoppiata Monti / Grilli. Il premier, duro come al solito, ha ribadito in maniera quasi esplicita: “Resta molto da fare, piano con le sparate”. Il ministro dell’Economia Grilli ha detto chiaro e tondo che la recessione è ancora viva e che per il 2013 è previsto un tasso di crescita intorno allo zero. Insomma, anche i tecnici fanno proclami di intento che dimenticano pochi giorni dopo: forse si stanno piano piano trasformando in buoni politici.


Nessun Commento per “I proclami di Fornero e Passera smontati da Monti e Grilli”

Ancora nessun commento a questo post.

Lascia un commento