prestito poste italianeIl prestito BancoPosta è ormai conosciuto da tutti perché è da un po di tempo in circolazione. Le Poste Italiane rilasciano un prestito che parte da 1.500 euro fino ad arrivare ad un massimo di 30.000 euro,si potrà pagare da un minimo di 12 mesi fino ad un massimo di 84.
L’unico inconveniente è che per accedere a questo tipo di finanziamento sarà necessario essere un correntista delle Poste Italiane.

Con il prestito BancoPosta non si dovranno pagare:
• Spese di istruttoria
• Spese incasso pratica

Il tasso di interesse parte dal 8.9% fino ad arrivare al 9.5% , il tutto varia secondo la richiesta.
Tra i prodotti che offre Poste Italiane troviamo anche Prontissimo e la cessione del quinto.
Vediamo i due prodotti:
PRONTISSIMO: Con il prestito personale prontissimo si potrà richiedere fino ad un massimo di 10.000€ estinguibile da 24 a 72 mesi,l’erogazione sarà pronta in 24 ore.
CESSIONE DEL QUINTO: Praticamente e la cessione di 1\5 di pensione che può variare da un minimo di 36 mesi fino ad un massimo di 120.

Ecco alcuni esempi di un prestito personale con Poste Italiane da 2.500 euro fino a 20.000 euro:

Richiesta: 2.500 euro
Durata: 48 mesi
T.A.N.: 9.5% perché per essere inferiore bisogna fare una richiesta superiore a 10.000 euro
RATA: 62.80 euro
INTERESSI: 1.014,88 euro di interessi.

Richiesta: 5.000 euro
Durata: 48 mesi
T.A.N.: 9.5% perché per essere inferiore bisogna fare una richiesta superiore a 10.000 euro
RATA: 125.62 euro
INTERESSI: 1.029,76 euro di interessi.

Richiesta: 10.000,00 euro
Durata: 48 mesi
T.A.N.: 9.5% perché per essere inferiore bisogna fare una richiesta superiore a 10.000 euro
RATA: 251.24 euro
INTERESSI: 2.059,52 euro di interessi.

Richiesta: 20.000 euro
Durata: 48 mesi
T.A.N.: 9.5% perché per essere inferiore bisogna fare una richiesta superiore a 10.000 euro
RATA: 492.97 euro
INTERESSI: 3.628,96 euro di interessi.

Le condizioni in genere sono buone, anche se il TAN è forse troppo elevato.


Nessun Commento per “Prestito alle Poste Italiane: le condizioni”

Ancora nessun commento a questo post.

Lascia un commento