prestito casalingheCasalinghe di Voghera, sull’attenti. Non sono molti gli istituti che sponsorizzano la concessione di prestiti alle casalinghe: le cifre non sono molto alte, restano intorno ai 1500 euro. Per poter ottenere questo tipo di finanziamento bisogna avere un garante che garantisca alla finanziaria la normale restituzione della somma prestata. L’accesso a questa forma di finanziamento è consentita solo a persone che risultano nei database delle banche buoni pagatori, in quanto non vengono concessi finanziamenti a cattivi pagatori, pignorati o protestati, o comunque a persone con un discutibile profilo finanziario (rate arretrate non pagate o sospesi finanziari).
Ora, facendo qualche test su chi effettivamente dichiara di rilasciare questo tipo di finanziamento. Ebbene, facendo una simulazione di prestito on line presso alcune note finanziarie, abbiamo ricevuto una risposta di questo tenore.

Per avere accesso ad un piccolo prestito è sufficiente essere in possesso della residenza italiana, avere una età compresa tra 18 e 78 anni e un reddito dimostrabile (attraverso busta paga, modello unico o cedolino pensione).
Ma se lo chiamano prestito per casalinghe ,si pensa che sia concesso senza avere garanzia di reddito: si chiama contraddizione in termini. Speriamo che le nuove normative sulla trasparenza mettano fine a questi spiacevoli equivoci.


Nessun Commento per “Prestito per casalinghe: missione impossibile”

Ancora nessun commento a questo post.

Lascia un commento