mutuo rata costanteIn Italia le stipule dei mutui avevano subito un certo rallentamento.
Finalmente l’Italia si sta riprendendo come testimoniano i dati ISTAT, che non registravano un aumento delle stipule di mutui dal 2007.
Tutto questo sta accadendo perché finalmente i tassi dei mutui sono scesi al minimo storico ed anche perché un immobile costa meno rispetto al 2007. Oggi giorno ci sono mutui per qualsiasi esigenza del cliente.
Ma oggi la clientela è più portata a richiedere un mutuo a tasso variabile con la rata costante.

Cosa significa mutuo a rata costante?
Il mutuo a rata costante significa che il prodotto finanziario anche essendo regolato a tasso variabile, prevede il mantenimento di una rata fissa, che viene determinata all’inizio del contratto di mutuo oppure all’erogazione.
Dove sta il tasso variabile? Il tasso e variabile perché quello che varia e la durata (piano ammortamento). Può variare sia a ribasso che a rialzo.

I pro e i contro
PRO
Ha un tasso più basso rispetto al tasso fisso ma da la stessa tranquillità visto la rata costante,e per lo più se i tassi diminuiscono la durata del muto diminuirà.

CONTRO
Nel caso in cui i tassi variano è salgono la rata resterà uguale ma la durata diventerà
sempre più lunga.


Nessun Commento per “Mutuo in Italia: variabile ma a rata costante”

Ancora nessun commento a questo post.

Lascia un commento