singleDa una ricerca effettuata dal sito di comparazione di offerte di finanziamenti per la casa Mutui.it risulta che oltre il 33% delle richieste di mutuo per l’acquisti della prima casa arriva da single. I richiedenti hanno un’età media di trentacinque anni e si impegnano a estinguere il finanziamento in 25 anni. Più della metà sceglie un tasso variabile. All’atto della richiesta, molti non hanno i requisiti necessari per ottenere il mutuo e sono costretti a chiedere in garanzia la firma dei genitori. 
Questi dati rispecchiano le difficoltà a crescere dei giovani italiani, spesso sottoposti a contratti a progetto senza copertura: benché molte banche stiano studiando formule per queste tipologie contrattuali, vedere accettata la domanda di un mutuo senza avere la copertura lavorativa di un contratto a tempo indeterminato è molto difficile. Single, quindi, con una buona famiglia alle spalle e se possibile un posto fisso. A trentacinque anni ai tempi di Dante si era “nel mezzo del cammin di nostra vita”, oggi si inizia a diventare grandi accendendo un mutuo.
Ricordiamo che, per chi sta cercando un finanziamento per la casa, i comparatori di mutui più noti in Italia al momento sono www.mutui.it e MutuiOnline.


Nessun Commento per “Mutui per single: molte richieste e tanti rifiuti”

Ancora nessun commento a questo post.

Lascia un commento