mutuo giovaniL’Ocse nel suo Employment Outlook manifesta che in Italia il 46,7% dei giovani tra i 15 e i 24 anni ha un impiego solamente temporaneo mentre il tasso di disoccupazione giovanile è pari al 27,9%. Basterebbero questi dati per rispondere alla domanda circa il perché gli under 30 facciano fatica a ricevere il finanziamento per il mutuo.
Una ricerca di Mutui.it spiega che le domande di finanziamento per la casa dei giovani sotto i 30 anni sono circa un quarto del totale di quelle che arrivano al sito ma che le finanziarie soddisfano solo il 5% delle richieste. Il mutuo da 150.000 euro, con scadenza a 25 anni, formula più richiesta, resta quindi un sogno ancora prima della casa di proprietà, ormai lusso per anziani.

Dalla precarietà del lavoro alla precarietà della casa: è un’epoca fluttuante per i giovani. E’ difficile fondare una famiglia se non si hanno basi solide: il prezzo da pagare alla società liquida sta diventando troppo grande, la disgregazione dei valori fondanti ha effetti ancora più pesanti dei rifiuti di credito delle banche, ancora ancorate a canoni di rischio di trent’anni fa.


Nessun Commento per “Mutui e lavoro: solo un sogno per i giovani under 30”

Ancora nessun commento a questo post.

Lascia un commento