microcredito siciliaLe difficoltà economiche della Sicilia sono sotto gli occhi di tutti: inutile chiudere gli occhi e far finta di non vedere. Le ultime analisi delle associazione consumatori hanno messo in luce che il 10% dei siciliani si trova nella situazione di non potere pagare i debiti derivanti da prestiti o carte revolving. Il numero dei cattivi pagatori è in aumento, così come quello di individui indebitati che finiscono nelle grinfie dell’usura. In questa situazione, il microcredito alle famiglie, presentato nella giornata di ieri dall’assessore dell’economia della Regione Sicilia Gaetano Armao, ha un ruolo fondamentale. 
Beneficeranno del fondo di 12.000.000 quelle famiglie senza capacità economica indispensabile per ottenere il credito bancario ordinario e che, tuttavia, siano potenzialmente in grado di restituire il microprestito. Ogni finanziamento non potrà essere superiore ai 6000 euro e la stessa famiglia potrà usufruire di più finanziamenti successivi: è però necessario che il prestito precedente sia stato estinto. La somma totale del credito ottenuto deve essere inferiore a 25000 euro. Si possono ad esempio ipotizzare quattro microprestiti da circa 6000 euro, che devono essere estinti uno alla volta. Tra gli attori principali dell’iniziativa, le banche, gli intermediari finanziari e le organizzazioni no profit che saranno i principali responsabili dell’erogazione del prestito. Il decreto sarà pubblicato entro dieci giorni ma perché il microcredito alle famiglie della Sicilia abbia efficacia pratica bisognerà aspettare almeno la fine dell’anno.


Nessun Commento per “Microcredito per le famiglie della Sicilia”

Ancora nessun commento a questo post.

Lascia un commento