mercati guadagnoLemanik sottilinea che la scorsa settimana è stata positiva per i mercati azionari con guadagni marcati a livello globale, segno dell’allentamento delle tensioni per i default sovrani. La continua diminuzione dei tassi sui mercati interbancari ne è ulteriore conferma.
In Europa, dove la crisi del debito ha causato le perdite maggiori nel 2011, l’indice EuroStoxx ha guadagnato il 3.2%; il CAC 3.3%; il DAX 3.9%; l’indice SPMIB 3.1%; il settore bancario ha guadagnato il 5.5%.
In America l’indice S&P500 ha guadagnato più del 2%; il Nasdaq il 2.7%; il settore bancario più del 4%.
Anche i mercati emergenti hanno beneficiato di questa fase di ottimismo guadagnando il 3.6%.
Continua la compressione dello spread tra BTP e Bund, sceso a 377 basis points. I rendimenti stanno scendendo su tutta la curva dei rendimenti a scadenza che si sta appiattendo, segno del ritrovato ottimismo su tale mercato.
Stabile il prezzo dell’oro a 1726 dollari l’oncia; tensioni in Nigeria hanno causato una divergenza dei prezzi tra petrolio europeo ed americano.


Nessun Commento per “Mercati azionari: guadagni marcati a livello globale”

Ancora nessun commento a questo post.

Lascia un commento