marchionne fiatLe parole di Marchionne fanno sempre rumore ma le dichiarazioni rilasciate in un’intervista al magazine Auto, Motor und Sport sono destinate a fare discutere. “Fiat ha investito 800 milioni di euro ed ora la Panda non ha compratori. Se avessi pensato in grande, con investimenti quadruplicati, ora Fiat sarebbe fallita”. Gli 800 milioni a cui accenna il Ceo di Fiat sono quelli investiti nello stabilimento di Pomigliano per la produzione della Panda che ha tuttavia risentito, sul lato commerciale, della generale crisi del settore auto, con la Fiat che a settembre ha segnato un -24% nelle vendite rispetto allo scorso anno. Proprio per questo Fiat ha bloccato ogni nuovo modello fino al 2014 e la situazione non si preannuncia facile per tutti quegli addetti sospesi tra cassa integrazione e licenziamento. Intanto Marchionne giura che non chiederà più aiuti all’Italia e all’Europa, forse anche per evitare poi debiti di riconoscenza, ed intanto spera in un Monti bis definendolo “un passo enorme per il paese”.


Nessun Commento per “Marchionne: investimenti maggiori in Italia un fallimento per Fiat”

Ancora nessun commento a questo post.

Lascia un commento