groupon borsaA volte Groupon non fa sconti: il CEO e cofondatore Andrew Mason è stato licenziato dal consiglio di amministrazione dopo che il quarto trimestre si è chiuso con una perdita di 81,1 milioni di dollari. Groupon con il calo dei titoli degli ultimi mesi ha bruciato oltre 800 milioni di valore di mercato. Il modello degli sconti di gruppo sembra avere stancato gli utenti, bombardati dalle mail con l’offeta giornaliere, che spesso finiscono direttamente nella cartella dello spam. Mason ha scritto una lettera dai toni ironici ai dipendenti: “Dopo quattro anni e mezzo intensi nelle vesti di a.d. di Groupon, ho deciso che mi piacerebbe trascorrere più tempo con la mia famiglia. Sto scherzando…sono stato licenziato oggi. Se vi state domandando perché…non siete stati attenti”. Wall Street sembra avere accolto positivamente il ben servito ma nel frattempo il titolo aveva perso il 24%. Dall’ipo del 2011 il titolo Groupon ha perso il 77% in borsa: una piccola bolla, insomma.
Nel frattempo Adwords, il compartimento di advertising del colosso Google, sta lanciando un sistema di offers simile a quello di Facebook: facile prevedere che sarà il colpo di grazia per Groupon, che alcuni mesi fa ha rifiutato di essere acquisito dalla società di Mountain View.


Nessun Commento per “Groupon non fa sconti: licenziato il ceo cofondatore e crollo in borsa”

Ancora nessun commento a questo post.

Lascia un commento