governo montiIl Financial Times usa toni molto schietti: il piano di bilancio del Governo Monti sta affogando nella nebbia. In effetti la nomina del superministro tecnico ha spaventato le borse invece di calmarle. Lo spread ha mantenuto i soliti picchi sopra cinquecento punti. Alcuni economisti hanno l’impressione che il Governo si stia limitando alle parole, pressato dai vari partiti aggregati alla maggioranza per la nomina dei sottosegretari. Anche le soluzioni proposte non hanno entusiasmato nessuno: colmare buchi di bilancio ripristinando vecchie imposte come l’Ici e la patrimoniale o aumentando l’età pensionabile non sono certo trovate originali, né per gli economisti né per la gente che deve caricarsi le imposte sulle spalle. Insomma Mario Monti, il professore – premier non convince ancora. Soprattutto c’è il timore che ci sia poco tempo per colmare il bilancio e che in realtà sia impossibile promuovere in contemporanea la crescita. Le nuove misure di Governo sono previste per il 5 dicembre: Gianfranco Fini esorta ad avere fiducia ed aspettare, perché nemmeno Monti ha la bacchetta magica. L’impressione è che le misure in arrivo siano molto pesanti e che anche l’opinione pubblica avrà in qualche modo un peso sul futuro di questo Governo che l’unico partito di opposizione, la Lega Nord, ha già definito “uno schifo” per bocca del leader Umberto Bossi.


Nessun Commento per “Governo Monti: poca fiducia dal Financial Times”

Ancora nessun commento a questo post.

Lascia un commento