finanziamento impreseAbbiamo parlato qualche giorno fa del nuovo finanziamento alle imprese agricole, vediamo ora in generale quali sono le condizioni del credito alle imprese. I prestiti alle imprese svolgono un importante ruolo strategico soprattutto in questo momento i cui, come sottolinea Bankitalia, poche aziende hanno il coraggio di investire.
Le imprese in Italia possono chiedere un prestito per diverse finalità, che possono essere l’acquisto di nuovi materiali, la ristrutturazione di un laboratorio, terreni per l’attività o anche per comprare materie prime utili alla produzione successiva.
 Il prestito alle imprese ha un tasso d’interesse minore rispetto a quello che chiedono i normali utenti. Il finanziamento alle imprese ha anche uno stretto legame con il fisco, infatti gli imprenditori che chiedono un finanziamento possono scaricare gli interessi, le rate di ammortamento e tutto ciò che ha a che fare con il finanziamento. La durata di questo tipo di finanziamento è mai maggiore di dieci anni ma a differenza dei normali prestiti personali può durare anche meno di tre mesi. Prima di erogare il credito, l’istituto erogante effettua una serie di controlli sulla stato economico aziendale. Se questi controlli risultano positivi allora si procederà con il finanziamento.
I finanziamenti alle imprese sono sempre affiancati ad un’assicurazione. E’ inoltre previsto lo studio sulle finalità del finanziamento, analizzando i fabbisogni dell’impresa ed il suo posizionamento sul mercato. E’ importante rimarcare che i prestiti alle imprese possono avere varie tipologie contrattuali come mutui ipotecari, fido o scoperto bancario: quindi non seguono lo schema rigido che si segue quando si eroga un finanziamento ad un privato.


Nessun Commento per “Finanziamenti alle imprese: condizioni e modalità”

Ancora nessun commento a questo post.

Lascia un commento