alluvione in venetoLe banche iniziano finalmente a muoversi in favore della popolazione colpita dall’alluvione in Veneto, sulla quale i mezzi di informazione televisivi stentano a dare notizie, tutti concentrati su beghe di governo e delitti irrisolti.
Banca Antonveneta, del Gruppo Montepaschi, ha stanziato un fondo di 100 milioni di euro tramite l’iniziativa “Insieme per riscostruire”, che implica la concessione di finanziamenti con tasso agevolato ad aziende e privati: in particolare citiamo l’erogazione di prestiti a tasso zero, riservati a famiglie in stato di disagio e finalizzati alla ricostruzione delle case e all’acquisto di arredi, con durata fino a 60 mesi ed un importo massimo di 5 mila euro per famiglia.

L’impegno della Banca Antonveneta si manifesta anche nella la definizione di un Protocollo d’intesa, in collaborazione con la Provincia di Padova, Verona e Vicenza, che prevede la sospensione per un anno del pagamento delle rate del mutuo, per le richieste che perverranno entro il 31 gennaio 2011. Banca Antonveneta promuove infine una raccolta fondi di solidarietà, tramite l’apertura di un conto corrente di aiuto agli alluvionati’: la somma raccolta sarà devoluta alla Regione Veneto.

Anche BNL – Gruppo BNP PARIBAS si sta muovendo sul fronte dei finanziamenti agevolati e sospensioni di pagamento per fronteggiare l’alluvione in Veneto, mentre la Cassa di Risparmio del Veneto, banca del gruppo Intesa Sanpaolo, ha concesso una sospensione del pagamento del mutuo fino a sei mesi.


Nessun Commento per “Finanziamenti per l’alluvione in Veneto: agevolazioni dalle banche”

Ancora nessun commento a questo post.

Lascia un commento