fiat confindustriaFiat Industrial e Fiat Spa e abbandoneranno Confindustria dal 1 gennaio 2012.

“Come preannunciato nella lettera del 30 giugno scorso, Fiat e Fiat Industrial hanno deciso di uscire da Confindustria con effetto dal 1 gennaio 2012. Stiamo valutando la possibilità di collaborare, in forme da concordare, con alcune organizzazioni territoriali di Confindustria e in particolare con l’Unione Industriale di Torino. Da parte nostra, utilizzeremo la libertà di azione applicando in modo rigoroso le nuove disposizioni legislative.
I rapporti con i nostri dipendenti e con le Organizzazioni sindacali saranno gestiti senza toccare alcun diritto dei lavoratori, nel pieno rispetto dei reciproci ruoli, come previsto dalle intese già raggiunte per Pomigliano, Mirafiori e Grugliasco”
.
Una decisione lapidaria comunicata per lettera dall’amministratore delegato Sergio Marchionne alla presidente di Confndustria Emma Marcegaglia. Sotto accusa l’articolo 8, Marchionne infatti scrive: “Con la firma dell’accordo interconfederale del 21 settembre è iniziato un acceso dibattito che, con prese di posizione contraddittorie e addirittura con dichiarazioni di volontà di evitare l’applicazione degli accordi nella prassi quotidiana, ha fortemente ridimensionato le aspettative sull’efficacia dell’articolo 8. Si rischia quindi di snaturare l’impianto previsto dalla nuova legge e di limitare fortemente la flessibilità gestionale”.

A pochi giorni dal manifesto per le imprese di Confindustria, mentre Diego Della Valle compra spazi sui giornali per rimarcare l’assoluta inadeguatezza della classe politica, Marchionne compie un gesto pilatesco. Più che sfiducia, c’è indifferenza, voglia di andare avanti da soli, anche rischiando di mettersi contro mezza Italia. Ma forse l’intenzione di Fiat a medio-lungo termine è quella di trasferirsi altrove e questo non è che un preannuncio che comunque desta già scalpore.
Nel frattempo i mercati hanno dato un segno negativo: il titolo Fiat presenta un calo di circa il 2%.


Nessun Commento per “Fiat – Marchionne: addio a Confindustria causa articolo 8”

Ancora nessun commento a questo post.

Lascia un commento