rinnovabili e nucleare“Finanziare con gli eurobond forme di energia alternative”: è questo il messaggio lanciato dal Ministro del Tesoro Giulio Tremonti al Forum di Confcommercio. La strada verso l’energia nucleare, che anche l’Italia aveva cominciato ad intraprendere sull’esempio del modello francese, sembra dunque essersi interrotta sull’onda emotiva di quanto accaduto alla centrale di Fukushima. Spazio dunque alle fonti di energia pulita, cui anche il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha dedicato un breve intervento, con cui ha invitato il Governo a rivedere il decreto legislativo sulle energie rinnovabili che avrebbe in sostanza messo in difficoltà i finanziamenti del settore fotovoltaico ed eolico.
Secondo le associazioni Assosolare, Aper, Gifi-Anie , AssoEnergieFuture, il Governo avrebbe ridimensionato le energie rinnovabili bloccando in sostanza anche cantieri già in atto e spingendo le banche a restringere la borsa per gli investimenti in questo settore. Gli effetti di questa parziale marcia indietro, sul lato economico, sono comunque tutti da verificare: la speranza è che si trovi un dovuto equilibrio tra finanziamenti e prospettive reali di risparmio dei consumi e ammortamento dei costi.
E’ possibile seguire le news circa le energie alternative anche nella sezione dedicata di Kennew, azienda di Bergamo specializzata nel fotovoltaico.


Nessun Commento per “Dopo Fukushima nuovo via alle energie rinnovabili in Italia”

Ancora nessun commento a questo post.

Lascia un commento