crollo mercato immobiliarell 2012 ha visto un crollo totale del mercato immobiliare: nell’ultimo trimestre 2012 sono 174.599 le convenzioni notarili per trasferimenti di proprietà di unità immobiliari: più di un quarto in meno rispetto al 2011. Le convenzioni notarili relative ai passaggi di proprietà di immobili ad uso abitazione calano del 26,4% ed accessori , quelle che riguardano le unità immobiliari ad uso segnano -16,6%.
La stretta creditizia delle banche che faticano a concedere il mutuo, lo spettro dell’Imu, scoraggiano l’acquisto della casa, che non viene vissuta più come un ben primario ma come un peso. Crolla così anche tutto l’indotto del mercato immobiliare, che supporta le imprese edili nella costruzione di abitazioni. Anche nei paesi di provincia si vedono interi complessi invenduti mentre sorgono sempre più spesso grandi magazzini in cui, secondo certe pubblicità, “ci si sente come a casa”: una frase che ormai suona di un’ironia che resta sullo stomaco.


Nessun Commento per “Crollo del mercato immobiliare nel 2012”

Ancora nessun commento a questo post.

Lascia un commento