crisiFrancia e Germania hanno chiesto a Silvio Berlusconi risposte veloci ed efficaci dal punto di vista di risanamento del debito. La Presidente di Confindustria Emma Marcegaglia ripete in continuazione che servono riforme in favore delle imprese.
Scorrendo le notizie dell’Ansa, viene il dubbio che il Governo sia sordo, anche se la situazione economica europea non aiuta di certo. In Italia i giovani tra i 25 e 34 anni senza lavoro sono quasi due milioni, circa uno su quattro, oltre il 10% in più rispetto alla media europea. I dati dell’analisi svolta da Confartigianato evidenziano che la situazione è più grave per donne giovani e zone del Sud.
E mentre la fiducia dei consumatori è sempre più in calo, scendendo ai livelli del 2008, si alza il grido della Confcommercio che in un documento ha parole di fuoco “Non sono tollerabili né rinvii, né annunci: il tempo della partita e’ scaduto”. Chissà che qualcuno non apra le orecchie.


Un Commento per “Crisi: più giovani disoccupati, arretrano commercio e fiducia consumatori”

  1. ABC degli Affari scrive:

    E’ una situazione veramente critica. Non c’è più lavoro!

Lascia un commento