compass bper famigliaCompass S.p.A., società specializzata nel credito al consumo del Gruppo Mediobanca e il Gruppo BPER hanno siglato un importante accordo per distribuire i prestiti personali della società finanziaria attraverso oltre 650 sportelli del Gruppo facente capo alla Banca popolare dell’Emilia Romagna.
Oggi l’accordo riguarda, oltre alla capogruppo, altre due Banche del Gruppo BPER, la Banca della Campania e la Banca Popolare del Mezzogiorno. Una volta esteso anche a tutte le altre banche del gruppo l’accordo di distribuzione riguarderà ben 1.272 sportelli, distribuiti su tutto il territorio nazionale.
Compass Easy 468x60
L’accordo conferma la leadership di Compass nel fornire alle banche del Sistema Italia un’importante strumento di credito alle famiglie, soprattutto in questo momento di grandi difficoltà economiche delle stesse, raggiungendo, grazie a questo accordo, un totale di oltre 4.700 sportelli bancari serviti come outsourcer.
Per il Gruppo BPER l’accordo manifesta e concretizza, rafforzandola, la volontà di sostenere le famiglie clienti con strumenti di credito adeguati alle loro esigenze.
L’accordo con Compass – sottolinea il dott. Pierpio Cerfogli, Direttore Commerciale del Gruppo BPER – permetterà alla Banca di ampliare la propria gamma d’offerta, per seguire la clientela in modo puntuale e  perfettamente in linea con i bisogni espressi, in questo caso avvalendosi della specializzazione e del Know-how di Compass, società del Gruppo Mediobanca leader nel comparto del credito al consumo“.
La partnership tra Compass e BPER  rappresenta un passo importante per entrambe le società – dichiara il dott. Valentino Ghelli, Vice Presidente  di Compass– Infatti Compass rafforza il proprio presidio sul territorio nazionale e mette a disposizione della clientela del Gruppo Bancario il know how di Compass sui prestiti personali in risposta alle esigenze specifiche della clientela della Banca“.


Nessun Commento per “Credito alle famiglie italiane: nuovo accordo Compass – BPER”

Ancora nessun commento a questo post.

Lascia un commento