nuove carte creditoSembra che sia arrivato il momento di dire addio alle vecchie carte di credito: negli Stati Uniti infatti si guarda già al futuro, fatto di apparecchi ultrapiatti simili a calcolatrici che in luogo della banda magnetica avranno microchip e opzioni di accumulo punti.
Molto più difficili da clonare, le nuove carte di credito vedranno già in circolazione a breve qualche prototipo: da novembre le nuove carte 2G di Citibank permetteranno di scegliere se pagare con il conto caricato o con i punti. Visa, MasterCard e l’mmancabile Apple invece, si avvicinano quasi alla fantascienza: starebbero infatti sviluppando nuove tecnologie che ambiscono a trasformare i cellulari in veri e propri portafogli virtuali.
Insomma, in questi sessant’anni trascorsi dal 1950, anno in cui Diners Club Inc. introdusse la prima carta di credito, questo sostituto del contante non ha conosciuto flessioni anche se in Italia, secondo una ricerca Wincor Nixdorf in collaborazione con Doxa, si continua a preferire il contante per spese fino a 143 euro.


Nessun Commento per “Cellulari come carte di credito”

Ancora nessun commento a questo post.

Lascia un commento