cassa integrazioneL’Osservatorio Cassa integrazione guadagni del Cgil parla di un nuovo aumento della casa integrazione nel mese di Luglio. Il dato rilevato equivale all’8,76% in più rispetto all’anno scorso dall’inizio del 2012.
Il segretario confederale della Cgil, Elena Lattuada lancia l’allarme sottolineando che il trend in corso “andrà ben oltre il miliardo di ore di cassa integrazione anche per il 2012”. Sotto accusa l’incapacità del Governo di rinnovare il sistema produttivo attuale, ancora chiuso in labirinti fiscali e burocratici dei quali non si vede un’uscita.
Lombardia, Piemonte e Veneto sono le regioni dove il ricorso alla cassa integrazione è più elevato, mentre i settori da cui proviene la maggiore richiesta sono meccanico, commercio ed edilizia. A luglio il numero dei cassaintegrati a zero ore ha superato i 525mila. Insomma l’economia reale va a pezzi mentre Monti si vanta di avere calmierato lo spread che altrimenti, secondo una sua intervista al Wall Street Journal, sarebbe a 1200 punti. Discorsi vecchi, nessuna riforma coraggiosa. La produttività è al palo. Non si chiede la bacchetta magica, ma qualche proposta di soluzione concreta, invece di fantasmogoriche interviste da uomini di finanza, questo sì.


Nessun Commento per “Cassa integrazione per 525mila ma Monti parla dello spread”

Ancora nessun commento a questo post.

Lascia un commento