carte creditoMeno soldi in contanti e più carte di credito: è questo in sintesi il risultato di uno studio dell’Abi. Oggi in Italia circolano circa 77 milioni di carte di credito, cifra che segna un aumento del 4% rispetto al 2008. Le carte prepagate sono in ascesa del 13%, mentre le carte revolving segnano un calo del 6%.
Il dato è quindi positivo anche se in realtà l’Italia è ancora lontana dal raggiungere il livello di altri paesi europei come Gran Bretagna, Francia, Spagna e Olanda.
Il pagamento con carta di credito è diffuso soprattutto nell’Italia Settentrionale, dove si concentra il 57% delle carte in circolazione. L’incidenza è veramente elevata, se si considera che il centro Italia ed il Sud si dividono il resto della fetta, rispettivamente con il 22% e il 21%. Le carte attive, che sono state usate almeno una volta nel 2009, sono ben 52,4 milioni (68%): il 90% dei Bancomat, il 50% delle carte di credito, il 47% delle revolving ed il 90% delle prepagate. Lo scontrino medio complessivo è stato di 83 euro: la carta di credito classica è usata per importi di entità più rilevante, intorno ai 95 euro, mentre Bancomat e carte prepagate sono adoperate per pagamenti più bassi, nell’ordine dei 75 euro circa.


Nessun Commento per “Carte di credito prepagate sempre più usate in Italia”

Ancora nessun commento a questo post.

Lascia un commento