energie rinnovabiliLe Banche di Credito Cooperativo e Casse Rurali sono un sistema che si basa su normative specifiche – in primis l’articolo 45 della Costituzione – che ne fanno un caso unico nel mercato dei crediti nazionale. La caratteristica fondamentale delle BCC-CR è quella di essere società cooperative per azioni, mutualistiche e locali, sostenute dal principio uninominale per cui ogni singolo ha diritto di voto.
Il marchio “BCC La banca dell’energia pulita”, messo a punto da Federcasse, la Federazione Italiana delle Banche di Credito Cooperativo, testimonia l’attenzione verso le energie rinnovabili che deriva da sollecitazioni provenienti da molteplici realtà territoriali.

Il successo raggiunto in termini di diffusione di pannelli fotovoltaici, solare termico, minieolico, risparmio idrico, biomasse, efficienza energetica e mobilità sostenibile grazie alla collaborazione tra Legambiente e le Banche del Credito Cooperativo ha spinto i due soggetti a prolungare la sinergia, allungando la prima convenzione nazionale stipulata quattro anni addietro.
I numeri raggiunti sono una testimonianza dell’esito positivo di questa collaborazione per la valorizzazione delle energie rinnovabili: 1.880 progetti valutati per un totale di oltre 100 milioni di euro di finanziamenti erogati con una media di 40.000 euro a progetto. La nuova convenzione si arricchirà di elementi aggiuntivi che avranno per oggetto altri temi ambientali come la ristrutturazione per case ecologiche, interventi per il risparmio idrico e una nuova linea per la mobilità sostenibile.


Nessun Commento per “BCC: prolungato accordo per energie rinnovabili con Legambiente”

Ancora nessun commento a questo post.

Lascia un commento