riccoIl Bollettino di Bankitalia ha messo in luce che molte delle famiglie italiane versano in difficoltà finanziarie mentre poche godono di ricchezza elevata. In tale ottica è significativo che il 45% della ricchezza complessiva delle famiglie italiane alla fine del 2008 è in possesso del 10% delle famiglie.
Ma se l’Italia non ride, anche gli altri paesi hanno poco da restare allegri: alla fine del 2008 l’ammontare dei debiti nazionale era stato pari al 78% del reddito disponibile lordo mentre in Francia e Germania risultava pari a circa del 100%, raggiungendo una vetta del 130% negli Stati Uniti e in Giappone.
I mutui per le abitazioni rivestono un ruolo decisivo nell’indebitamento della famiglie in Italia: rappresentano ben il 41% dei debiti, segno che il mattone resta un investimento interessante. In calo invece l’interesse per i titoli di stato, anche a causa dei bassi tassi di interesse del 2009, anno cui fanno riferimento i dati di Bankitalia che sono oggetto del Bollettino.


Nessun Commento per “Bankitalia: la ricchezza si concentra su poche famiglie”

Ancora nessun commento a questo post.

Lascia un commento