prezzo benzinaQualche giorno fa avevamo dato notizia del calo di pochi centesimi del prezzo della benzina: si trattava solo di un fuoco di paglia. La corsa agli aumenti infatti sembra non avere mai fine.
Nel weekend appena trascorso i prezzi hanno subito un rincaro tra 1 e 2,4 centesimi al litro sulla benzina e tra 0,5 e 2,2 centesimi al litro sul diesel. La media dell’aumento si attesta questa mattina a 1,490 euro per litro per il gasolio (+1,1) e a 1,612 euro per litro per la verde (+1,1). Le associazioni dei consumatori sono molto seccate per la situazione ed annunciano battaglia: Adusbef e Federconsumatori hanno emesso un comunicato congiunto che cita il picco di 1,67 euro per litro raggiunto in alcuni distributori del Meridione. Il Governo finisce sotto accusa per gli aumenti dell’accise e la mancata modernizzazione della rete di distribuzione che farebbe risparmiare, secondo la tesi dei consumatori, ben 10 centesimi per litro. In arrivo una protesta sotto Montecitorio.


Nessun Commento per “Aumento prezzo benzina: protesta dei consumatori”

Ancora nessun commento a questo post.

Lascia un commento