aumento prestitiLe famiglie e le imprese italiane sono sempre più indebitate: è questo il risultato di un’indagine del Bollettino Statistico di Bankitalia che giunge ad un’amara constatazione: l’ammontare dei prestiti concessi alle famiglie è salito a fine gennaio alla cifra di 498.999 milioni di euro, con un aumento del 6,4% rispetto allo stesso mese del 2009. In particolare sono aumentati il credito al consumo, con 57 miliardi di euro, di 3 miliardi superiore al 2009, ed i mutui, con 282 miliardi e un aumento di 18 miliardi rispetto all’anno scorso. Anche i prestiti personali vedono un rialzo di 10 miliardi, portando le richieste del 2010 a 160 miliardi.
A contribuire alla situazione, la crisi ma anche i tassi di interesse, mai così bassi da qualche anno a questa parte: per quanto concerne i mutui, ad esempio, il Taeg è ancora sotto la soglia del 3% .
Non bisogna nemmeno trascurare le difficoltà dovute ad impegni bancari precedentemente assunti: le imprese che non sono in grado di sostenere gli impegni presi con gli istituti di credito crescono di giorno in giorno. In particolare commercio ed edilizia faticano a riprendere quota e di conseguenza aumentano le richieste di prestito, rispetto a settori dove le spese vive sono minori, come ad esempio l’ambito comunicazione.


Nessun Commento per “Prestiti per famiglie e imprese in aumento”

Ancora nessun commento a questo post.

Lascia un commento