accollo mutuoSi sente spesso parlare di accollo del mutuo, tale definizione si applica quando una persona vuole acquistare un bene,un immobile che già ha su di se un mutuo. In termini più estesi, con il termine accollo del mutuo si definisce un passaggio del mutuo originario, con i conseguenti oneri, doveri e spese, ad un secondo soggetto, identificato con la figura dell’accollante, che oltre ad acquisire la proprietà della casa o dell’immobile in questione, sarà il nuovo mutuatario e dovrà quindi occuparsi del pagamento del mutuo: naturalmente, alla fine del pagamento del mutuo l’accollante delle rate del mutuo sarà a tutti gli effetti il nuovo proprietario dell’immobile o dell’abitazione.

Nell’accollo del mutuo sono coinvolte dunque tre parti distinte:
– L’accollante, ossia colui che vuole acquistare il bene in questione
– L’accollato, che sarebbe la figura del mutuatario originale
– L’accollatario, che è praticamente la banca che ha fornito il finanziamento del mutuo.

L’accollo del mutuo è spesso conveniente in termini economici perché consente al nuovo acquirente, che subentra all’originario mutuatario, di risparmiare le spese per aprire il mutuo per la casa. Ci sono casi in cui però la convenienza svanisce, in considerazione del fatto che per il nuovo soggetto le modalità di pagamento, il tasso di interesse e le condizioni generali erano state stabilite con l’accollato.


Nessun Commento per “Accollo del mutuo: definizione e soggetti”

Ancora nessun commento a questo post.

Lascia un commento